Anna & Claudio
Anna & Claudio

Informazioni

Il nostro sito web

Sul nostro sito avrete modo di conoscere noi e i nostri hobby.

Sudafrica

dal 27 aprile al 6 maggio 2016

Il viaggio in Sudafrica è stato, forse, quello più faticoso, ma anche quello più affascinante. Il contatto con il "Paese arcobaleno" ci ha colpito sia per la pluralità di etnie che, finalmente, riescono a convivere civilmente, sia per gli ampi spazi dedicati alla natura, che ci ha fatto respirare un'aria nuova, diversa, inebriante.

Qui di seguito rivivremo insieme a voi i momenti più significativi del nostro viaggio. E' stato molto difficile selezionare le fotografie di Anna, che, questa volta  si è superata con oltre mille scatti.

Andiamo, però, per gradi:

27 aprile: la partenza e il primo impatto

La nostra avventura africana non comincia nel migliore dei modi: c'è lo sciopero del personale Lufthansa e il nostro viaggio subisce qualche variazione di programma. Partenza da casa alle 13:00 del 27 aprile; volo da Malpensa per Zurigo alle 19:05 (con oltre 5 ore di attesa in aeroporto); arrivo un'ora dopo.

Nuova sosta a Zurigo, con partenza alle 22:40 alla volta di Johannesburg, dove arriviamo alle 9:00 del giorno successivo.

Ultima sosta in aeroporto in attesa del volo per Cape Town delle 11:00, con arrivo alle 13:10

Entriamo in albergo Southern Sun The Cullinan alle 14:00 (25 ore dopo la nostra partenza da casa).

C'è solo il tempo per un pranzo veloce e partiamo subito per un primo rapido giro della città.

29 aprile: Cape Town e la penisola del capo

Partiamo dall'albergo alle 8:15 con l'obiettivo di avvistare le otarie al largo di Hout Bay. Il mare, però, è agitato; partiamo regolarmente, ma rientriamo prima di essere arrivati a destinazione.

Ripartiamo alla volta di Cape Point, il promontorio collocato a sud-ovest della Penisola del Capo, luogo ideale dove si incontrano il tumultuoso oceano Atlantico e il calmo e caldo oceano Indiano.

Saliamo fino al faro di Cape Point con la funicolare. Dall'alto il panorama è mozzafiato: uno dei punti più spettacolari dell'intero viaggio.

Ultima tappa di oggi: Boulders; questa pittoresca zona, punteggiata da giganteschi massi che delimitano baie sobbiose, ospita una colonia di 2.800 delizioni pinguini africani.

30 aprile: Robben Island e Table Mountain

Partiamo, anche oggi, alle 8:15, alla volta di Robben Island, passando attraverso la Nelson Mandela Gateway, collocato al Waterfront di Cape Town. Dopo circa nezz'ora di navigazione in traghetto, abbiamo avuto circa due ore e mezza per immergerci nell'atmosfera drammatica e suggestiva dell'isola. La visita di questo ex carcere di massima sicurezza è stata guidata da un ex prigioniero politico, che ci ha dipinto un quadro vivido della vita del carcere.

A seguire, un tour in bus di circa 45 minuti ci ha presentato l'isola e la sua storia.

Ritorniamo, sempre via traghetto, a Cape Town

Dopo il pranzo, siamo diretti al Table Mountain National Park e raggiungiamo la vetta (a quota 1.086 metri) con la funivia.

I panorami ammirati dalla cabina e dalla vetta della montagna sono semplicemente fenomenali.

Bo Kaap: è il coloratissimo quartiere musulmano di Cape Town

Non fuggite. Il nostro racconto continua in ==>  segue: Sudafrica

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Claudio Izzo - Milano