Anna & Claudio
Anna & Claudio

Informazioni

Il nostro sito web

Sul nostro sito avrete modo di conoscere noi e i nostri hobby.

INDIA

Dal 4 al 13 marzo 2012

Visitare l'India non è una passeggiata, nè fisicamente, nè emotivamente. Le differenze socio-culturali, religiose e di vita comune richiedono una partecipazione costante verso la terra che si sta percorrendo, superando di gran lunga i livelli di attenzione e di partecipazione richiesti per un normale viaggio turistico.

6 marzo: New Dehli

Il primo impatto con l'India è la sua capitale: una città di oltre 14 milioni di abitanti, con il suo traffico, le sue contraddizioni e il suo fascino (che è emerso solo col passare del tempo).

7 marzo: Jaipur

La città rosa

Dopo il trasferimento via autostrada (!!) arriviamo a Jaipur. La "città rosa" sorge nel letto di un lago asciutto, circondata da colline in cima alle quali torreggiano fortezze dalle mura merlate. E' sconvolgente, come in tutta l'India, il traffico, per intensità e disordine "organizzato".

8 marzo: Jaipur, Bharatpur

La mattinata è destinata all'escursione ad Amber per la visita del Fonte Man Singh e, per arrivare, utilizziamo un mezzo insolito: l'elefante. Il pomeriggio, poi, è ancora destinato agli elefanti, con l'Elephant Festival, dove elefanti, dromedari e cavalli bardati a festa marciano contornati da musiche e danze tradizionali dell'antica tradizione guerriera del Rajastan.

9 marzo: Bharatpur, Fatehpur Sikri, Agra

Mattinata destinata alla festa di Holi, la festa di primavera e dei colori, nella proprietà del Maharaja di Bharatpur. Nel pomeriggio viaggiando verso Agra, ci fermiamo a Farethpur Sikri per visitare la città fantasma e, soprattutto, per ammirare il grandioso Taj Mahal.

10 marzo: Agra, Orcha, Khajuraho

Giornata di trasferimento con pochi spunti interessanti. In mattinata a Orcha via ferrovia e nel pomeriggio visita del Jehangir Mahal, palazzo del 1606 fatto costruire oer la visita dell'imperatore Jehangir

11 marzo: Khajuraho, Varanasi

Giornata intensa: al mattino visita ai templi induisti e jainisti di Khajuraho. In particolare vediamo il tempio Lakshmana e Khandharya Mahadeva, famosi per lo loro sculture erotiche. Nel pomeriggio, dopo un volo, siamo a Varanasi, dopo possiamo assistere all'aarti, la siggestiva cerimonia serale con il fuoco sul Gange.

12 marzo: Varanasi

Secondo giorno a Varanasi. Sveglia prima dell'alba. In barca sul Gange per assistere ai rituali di purificazione e alle offerte al sole nascente dei pellegrini. Visita a piedi della città antica con sosta al Tempio d'Oro e alla Moschea di Aurangzeb. Nel pomeriggio visita del sito archeologico di Sarnath, luogo della prima predicazione di Buddha.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Claudio Izzo - Milano